Al via "Strasburgo Shopping", promozioni e intrattenimento per favorire gli acquisti natalizi.

Creato Sabato, 08 Dicembre 2012 Scritto da G. Felice
Liberimpresa, Giovanni Felice: "Ci dispiace l'assenza del Comune, 
le imprese, lasciate da sole, rischiano il collasso".



"Strasburgo Shopping",
 è questo il nome dell'iniziativa che vedrà protagonisti, per tutto il periodo delle festività natalizie, gli acquisti in una delle aree potenzialmente più vitali della città. I commercianti della zona, guidati dall'associazione Liberimpresa, senza alcun finanziamento da parte del Comune hanno messo in piedi una vera e propria campagna promozionale, con tanto di supporti grafici e attività di intrattenimento per i clienti. Elementi creati ad hoc per fare da sottofondo alle giornate di shopping e incorniciare il momento degli acquisti natalizi in un quadro dall'atmosfera magica, anche per i più piccoli. 
Per questo, manifesti, locandine, depliants e gonfaloni sono già stati distribuiti e collocati in diverse zone della città, così come le

vetrofanie e gli espositori personalizzati, posizionati all'interno dei negozi di viale Strasburgo. L'animazione, nel corso dei cinque fine settimana interessati dall'iniziativa, sarà affidata ai personaggi della Walt Disney che intratterrano i bambini, mentre il materiale promozionale sarà distribuito per tre week end, tramite il "bike tour", che terrà aggiornati i clienti sulle promozioni da non perdere, tra le attività commerciali del quartiere.  Tra le occasioni da non farsi scappare, la possibilità di vincere crociere, scooter elettrici, televisori full hd e smartphone, che saranno sorteggiati a gennaio tra tutti i coupon assegnati per ogni 50 euro di spesa.

"I commercianti di Viale Strasburgo - dice Giovanni Felice di Liberimpresa -  sono un esempio di vitalità che va sostenuto. In questa occasione ci dispiace l'assenza del Comune che ha preferito creare corsie preferenziali per soggetti che mirano a realizzare eventi che hanno come fine il loro guadagno e non le ricadute sul commercio e sulle attività economiche. Si continua a sperare - conclude Giovanni Felice - che prima o poi l'amministrazione comunale torni a Palermo e si renda conto della gravità della situazione e del rischio di collasso che corrono le imprese commerciali e l'economia cittadina nel suo complesso".

Share